Avenue Tokio Hotel


 
AccueilAccueil  S'enregistrerS'enregistrer  ConnexionConnexion  
Voir le deal
14.99 €

Partagez
 

 [Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio»

Aller en bas 
AuteurMessage
K3ira
Schrei
K3ira

Féminin Age : 28
Inscription : 22/04/2009
Messages : 244

[Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio» Empty
MessageSujet: [Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio»   [Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio» Icon_minitime1Dim 16 Mai - 8:19

«Niente Tokio Hotel a Viareggio»
Mimmo D'Alessandro: «Ma Bob Dylan può segnare il mio ritorno in città»

[Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio» Vv10

VIAREGGIO. Niente concerto dei Tokio Hotel allo stadio dei Pini. Dopo l'ipotesi di spostarne la data da Lucca a Viareggio, Mimmo D'Alessandro spegne definitivamente le speranze dei giovanissimi fans viareggini del gruppo tedesco. Ma, dopo la tappa del tour di Bob Dylan alla Cittadella, annuncia comunque novità importanti per il futuro. A partire da «un grande progetto per un evento straordinario a cui sto già lavorando ma per il quale c'è bisogno di tempo». Mimmo, cominciamo dai Tokio Hotel. Arriveranno o no a Viareggio? «No, non li faremo a Viareggio. È vero che c'è stata una possibilità di spostare il concerto del 24 luglio da Lucca. Ma se, come mi è stato detto da più parti, per quella data ci sono già eventi importanti in Versilia come il Festival Gaber, il Pucciniano o la Notte Blu di Lido, non voglio venire a pestare i piedi ad altri. Del resto io sono il primo ad auspicare che sia fatto un calendario comune degli eventi in modo da evitare sovrapposizioni inutili. Così ho deciso di lasciar perdere. Probabilmente il concerto non si farà proprio, a meno che si riesca a trovare una soluzione alternativa per mantenerlo a Lucca». Qualcuno sperava che, dopo il concerto di Bob Dylan alla Cittadella del 16 giugno, tu riaprissi definitivamente il tuo rapporto con Viareggio. Una speranza infondata? «Affatto. Non sono viareggino, ma qui ho vissuto la maggior parte della mia vita. E qui, prima o poi, mi piacerebbe tornare a lavorare. Bob Dylan, però, rappresenta qualcosa di più di un evento sporadico che organizzo in città. È una sorta di prova per un mio rientro a Viareggio. Sento che il clima, in Versilia, è cambiato. C'è maggiore attenzione nei confronti di chi, come me, organizza spettacoli. E il discorso non vale soltanto per Viareggio, ma per tutta la Versilia. Il concerto di Bob Dylan può rappresentare un inizio. Fra l'altro proprio un concerto di Bob Dylan aprì la mia primissima edizione del Summer Festival a Lucca. E allora chissà...» Un ritorno a Viareggio per fare cosa? «Ho in mente un grande progetto al quale sto già lavorando. Qualcosa di molto diverso e molto più importante di un semplice concerto. Viareggio e la Versilia, con la loro tradizione nel campo della musica, meritano qualcosa di veramente speciale. Voglio ricordare che qui è nata la Bussola prima e Bussoladomani poi. Ma di più, almeno per ora, non posso dire». A proposito di Bussoladomani. Il sindaco di Camaiore ha parlato di un tuo interessamento per l'area dove sorgeva il tendone di Sergio Bernardini. Che c'è di vero? «Ne abbiamo parlato alcuni anni fa insieme. Ma non siamo andati oltre una amichevole chiacchierata. Non nascondo però che BussolaDomani per me ha un valore affettivo assolutamente speciale. E riuscire a fare qualcosa in quell'area sarebbe un sogno. E non è facile realizzare un sogno». C'è chi ti vorrebbe impegnato in un vero lancio della Cittadella. È un'idea che ti piace? «Posso essere sincero? A me, come area per gli spettacoli, la Cittadella non piace. Senza voler offendere nessuno, mi sembra il piazzale di un carcere. Per carità, è pur sempre uno spazio interessante. Altrimenti non ci organizzerei il concerto di Bob Dylan. Ma non è il luogo che prediligo». Su cosa punteresti, allora? «Sicuramente è molto più bello lo stadio dei Pini. Io, di quella struttura, sono assolutamente innamorato. È uno scenario meraviglioso, un anfiteatro naturale di grandissimo effetto, un luogo ideale dove organizzare spettacoli. Ho ancora in mente la grande festa che fu, molti anni fa, il concerto-evento dei Backstreet Boys. Però ci sono anche altri spazi che possono ospitare concerti...» Ad esempio? «Ho in mente un luogo che nessuno considera e nel quale prima o poi ho intenzione di organizzare un evento specialissimo. A volte sono proprio gli spazi creati per altro a diventare luoghi ideali per la musica. Quelli che non sono più giovanissimi ricorderanno ad esempio i concerti di Vasco Rossi o Claudio Baglioni al Mercato del Pesce in Darsena. Quella era una esperienza da proseguire». Allora, a quando un ritorno «vero» di Mimmo D'Alessandro a Viareggio? «Intanto vediamo come va il concerto di Bob Dylan. Ma, lo ripeto, sento che il clima è cambiato».
©️ RIPRODUZIONE RISERVATA

Source.
Revenir en haut Aller en bas
 
[Net/IT/ Mai 2010] (Iltirreno.gelocal.it) «Niente Tokio Hotel a Viareggio»
Revenir en haut 
Page 1 sur 1

Permission de ce forum:Vous ne pouvez pas répondre aux sujets dans ce forum
Avenue Tokio Hotel :: » AVENUE DU GROUPE. :: Médias. :: Archives. :: Internet :: 2010 :: Mai 10-
Sauter vers: